OUR BLOG

14 Nov 2018

I nostri obbiettivi

INFORMAZIONE

Perché ancora oggi in tanti, troppi purtroppo, ignorano la pericolosità di un piccolo e apparentemente innocuo neo.

“Mi presento: mi chiamo Melanoma.
Sono un Tumore maligno, e tra i Tumori maligni sono uno dei più cattivi.
Diciamocelo pure, non mi offendo: sono veramente un bastardo.
Lo sono perché basta che mi lasciate crescere fino a 4 mm di spessore (un’inezia) perché io possa uccidere la metà di voi.”

– Tratto dalla prefazione del libro “Marydallatraparte – Perché anche con un melanoma al quarto stadio quello che conta è avere il sole dentro.”

PREVENZIONE PRIMARIA

Una buona “educazione” all’esposizione solare. Evitare assolutamente le lampade abbronzanti.

Esporsi al sole con un’alta protezione solare, applicata più volte al giorno evitando sempre e comunque le ore centrali della giornata.

Proteggersi anche occhi e capo con occhiali e cappello.

E una particolare attenzione va rivolta ai bambini.

PREVENZIONE SECONDARIA

È sufficiente una visita dermatologica per far controllare un neo sospetto.

Un  melanoma diagnosticato in fase precoce permette una miglior prognosi.

Diffondere e insegnare la  regola ABCDE permette un buon auto-esame della pelle.

Senza dimenticare di farci aiutare dai nostri cari per controllare nei in zone non facilmente osservabili da noi stessi come ad esempio la schiena.

SOSTENERE I CENTRI PER LA RICERCA E LA CURA DEL MELANOMA

Quando un melanoma viene diagnosticato in fase avanzata spesso ha già raggiunto i linfonodi o organi distanti dal neo.

Negli ultimi anni fortunatamente la ricerca ha portato alla scoperta di farmaci decisamente innovativi per la cura del melanoma metastatico.

Sono migliorati i tempi di sopravvivenza e anche la gestione degli effetti collaterali rispetto alla tradizionale chemioterapia.

 

 

 

marina

Write a Reply or Comment